Comune di Conversano

Home » Informazioni su CEM » Alta frequenza e bassa frequenza

Alta frequenza e bassa frequenza

Qualsiasi apparato elettrico, genera un campo elettromagnetico:dai cavi dell’impianto elettrico domestico, alla TV, dal frigorifero al telefonino, ecc.
I campi elettromagnetici possono essere classificati secondo almeno due diversi criteri: il primo riguarda l’origine, il secondo la frequenza.
Ciò è importante per sottolineare come esista un fondo elettromagnetico naturale e un altro creato dall’uomo poiché connesso all’attività di produzione e trasformazione dell’energia elettrica.

Le fonti di emissione nelle nostre abitazioni

Qualsiasi elettrodomestico genera un campo elettrico, anche quando l’apparecchio è collegato ma non è in funzione. Nel momento in cui lo si accende, l’energia elettrica “scorre” nei conduttori e genera un campo magnetico la cui intensità è in aumento soprattutto nelle immediate vicinanze dell’apparecchio.
Alcuni esempi: allontanando di 30 cm l’asciugacapelli dalla nostra testa, il campo magnetico passa da un’intensità di 1.200 µT a 1µT. Un rasoio elettrico produce un campo magnetico di circa 100µT; un televisore a 50 cm produce un campo elettrico di circa 5 V/m, a 2 metri non è più misurabile dagli strumenti.
Il limite di attenzione della Legge Italiana è pari a 10µT per il campo magnetico e 6 V/mper quello elettrico.

Alta frequenza e bassa frequenza http://www.comune.conversano.ba.it/elettroinquinamento/problematica/frequenza.php


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...