Comune di Conversano

Introduzione al sistema di monitoraggio, informazioni sulla tematica e istruzioni

Il monitoraggio continuo dei Campi Elettro Magnetici (CEM) è frutto dell’esigenza del Comune di Conversano di dotarsi di un sistema di vigilanza e controllo dell’esposizione della popolazione alle emissioni di onde elettromagnetiche prodotte da impianti di telefonia mobile, radiofonici e televisivi.

La diffusione di campi elettromagnetici può essere simulata per via teorica in modo accurato ed affidabile, ma necessita in alcuni casi di essere valutata con misure puntuali o anche monitorata costantemente durante tutto l’arco della giornata. Le reti di monitoraggio in continuo, quindi, costituiscono una risorsa tecnica che integra e da valore aggiunto al repertorio dei dati ottenibili attraverso misure effettuate in punti specifici.

Il monitoraggio continuo consente di tenere sotto osservazione diverse zone o impianti nello stesso periodo e per tempi prolungati acquisendo una rilevante quantità di dati con i quali è possibile, ove necessario, focalizzare ulteriori e più approfonditi interventi con strumentazione sofisticata sulle situazioni più critiche per la loro complessità e/o per la necessità di risanamenti. Lo stesso monitoraggio continuo permette di raccogliere grandi quantità di dati in modo prolungato nel tempo ed esteso sul territorio.

Al fine di consentire il monitoraggio di più siti nel corso dell’anno di gestione, è previsto che le centraline di monitoraggio possano essere ricollocate secondo il programma stabilito nell’ambito del Piano di Installazione Comunale del Comune di Conversano e/o a seguito delle richieste avanzate dai cittadini attraverso l’apposito FORM. In occasione degli spostamenti saranno aggiornate sia la stazione di elaborazione e sia le pagine relative alla pubblicazione.

Caratteristiche delle centraline

Centralina di monitoraggio CEM modello PMM 8057 Narda

Centralina di monitoraggio CEM modello PMM 8057 Narda

Le nuove centraline della NARDA modello PMM – AMB 8057-03, sono progettate per essere posizionate all’aperto, infatti, sono dotate di un pannello fotovoltaico per la ricarica della batteria interna e di un modem GSM/GPRS che sincronizza i dati rilevati con il database presente sul server. Tramite una sequenza prestabilita, ad intervalli regolari, ogni centralina accende il proprio modem interno (per il solo tempo necessario alla sincronizzazione dei dati) e trasmette i campioni acquisiti dall’ultima sincronizzazione. Tali dati, vengono inviati al server che, oltre a riceverli, li rielabora per l’inserimento nel database e ne esegue una copia di backup. Tramite la presente interfaccia web, i cittadini hanno la facoltà di visualizzare i valori di campo elettromagnetico rilevati.

Consultazione di queste pagine 

In queste pagine vengono riportati i dati delle centraline installate sul territorio con aggiornamento settimanale, consultabili accedendo alle pagine Monitoraggi in corso e Monitoraggi completati. Sono, inoltre, disponibili informazioni generali sulla tematica dell’elettroinquinamento (vedi colonna a sinistra di questa pagina). Sono disponibili, anche, informazioni di dettaglio sulla situazione delle sorgenti presenti sul territorio comunale attraverso consultazione di mappe e documenti.

Per la navigazione su queste pagine fare riferimento al menù orizzontale in alto ad ogni pagina e seguire le istruzioni che vengono fornite nel testo della pagina.

Istruzioni per la consultazione:
  • Il menù a tendina in alto a sinistra della mappa fa apparire l’elenco degli impianti e/o dei siti di monitoraggio, è possibile spuntare il livello desiderato per la visualizzazione.
  • Per ingrandire la mappa allo zoom desiderato usa lo scroll del mouse per spostare tieni premuto il tasto sinistro del mouse e trascina la mappa;
  • Usa le opzioni in basso a sinistra della mappa per scegliere la modalità di visualizzazione semplice o satellite;
  • Per ottenere una sintesi delle informazioni seleziona  l’impianto desiderato cliccando sul simbolo in mappa;
  • Seleziona la centralina di interesse per leggere la sintesi dei dati registrati.
  • Per visualizzare la mappa ingrandita e completa degli impianti, clicca sul simbolo [ ], in alto a destra.
Le sorgenti visualizzate nelle mappe sono suddivise nei seguenti tipi:

ZZZZZZZ

Clicca su QUI per visualizzare la mappa completa degli impianti

Situazione “elettrosmog” nel nostro Comune

Nel settembre 2004 il nostro Comune si è dotato di un Regolamento comunale adeguato alla situazione normativa modificata dalla LEGGE QUADRO N.36/2001 successiva al DM391/98 (Decreto Ronchi) e in linea con il DPCM 8 Luglio 2003; non è da trascurare, che tali valori indicati dalla legislazione italiana sono tra i più prudenziali al mondo. Nel dubbio dei dati forniti e inoppugnabili delle ricerche e degli studi scientifici, onde evitare di appurare nei prossimi vent’anni, similmente a quanto già successo per altri elementi (come l’amianto), ciò che oggi soltanto possiamo supporre o controllare limitatamente, diventa tassativo appellarsi a una giudiziosa quanto doverosa cautela. Negli ultimi anni, a seguito di accurati controlli e misure degli impianti di trasmissione radio, televisivi e telefonici, è stato possibile individuare alcuni superamenti dei limiti di emissione e anomalie successivamente oggetto di provvedimenti amministrativi e di ordinanze sindacali di “riduzione a conformità” delle emissioni e della parte impiantistica; ovvero far rientrare nei limiti imposti dalla Legge i valori di esposizione nello specifico in prossimità degli impianti radiofonici che insistono nel centro storico ( vedi ID13 e ID14 mappa impianti).  Inoltre, l’adozione del P.I.C. (Piano di Installazione Comunale), previsto dal Regolamento Comunale ed in osservanza delle prescrizioni contenute sia nella Legge 36/2001, sia nella L.R. Puglia n. 5/2002 che nel Regolamento regionale 14 settembre 2006, n. 14, ha avuto come obiettivo l’abbassamento dei livelli di emissione esistenti, una più idonea collocazione degli impianti di telefonia mobile e persegue la delocalizzazione degli impianti radio-televisivi in siti più idonei e a più bassa densità abitativa, tenendo sempre presente l’esigenza di garantire la funzionalità del servizio pubblico di telefonia o di telecomunicazione radiotelevisiva.

Per maggiori informazioni sugli argomenti consulta le pagine dal menù a destra e le risposte alle domande più frequenti (FAQ).

 
———————————————————————————————————————————-
Aggiornamento dicembre 2014.
Pagine ottimizzate per la navigazione con Google Chrome
Le pagine sono state realizzate da: Dott. Ing. Pasquale Fantasia
(Det. n.1541/12 e Disciplinare di incarico del 10/09/2012)
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: